TRINO Approvato il decreto di disattivazione totale

A 25 anni dalla fine dell’attività. Il sito sarà completamente bonificato nel 2024

Trino

Centrale nucleare Trino

Il ministero dello Sviluppo economico ha approvato il decreto per lo smantellamento definitivo della centrale nucleare di Trino (Vercelli), non più in attività dal 1987. Lo rende noto la Sogin (società di Stato per la bonifica dei siti nucleari) in un comunicato. La centrale piemontese è la prima delle quattro centrali nucleari italiane (le altre sono quelle di Caorso, Latina e Garigliano) a ottenere il decreto che consente di avviare le attività per la bonifica completa del sito con lo smantellamento e la decontaminazione.  L’Approvazione segue il parere favorevole dell’Autorità di sicurezza nucleare (Ispra) e delle altre Istituzioni competenti.  La centrale di Trino è la prima delle quattro centrali nucleari italiane ad ottenere il decreto di disattivazione, che consente di avviare le attività per la bonifica completa del sito con lo smantellamento e la decontaminazione dell’isola nucleare.

DATE – Per la bonifica dell’impianto di Trino, il piano della Sogin prevede circa 234 milioni di euro per le attività di smantellamento, di cui circa 52 milioni per il conferimento dei rifiuti al deposito nazionale. Conclusa la bonifica, il sito sarà restituito al territorio per il suo riutilizzo nel 2024, mentre il completamento delle operazioni di smantellamento (in cui i rifiuti radioattivi sono temporaneamente stoccati nel sito in attesa del loro trasferimento al deposito nazionale) è previsto per il 2019.

La centrale Enrico Fermi di Trino ha rappresentato la prima iniziativa industriale italiana nel settore nucleare. L’impianto entrò in esercizio nel 1965 e ha complessivamente prodotto 26 miliardi di kWh di energia elettrica.

Anche se precedentemente  il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, in risposta ad un question time alla Camera, ha detto che riguardo la notizia dei 12  anni previsti per lo smantellamento totale della centrale, va presa con prudenza considerato che viene da Sogin, la società che dal 1999 è proprietaria della centrale (e delle altre ex centrali italiane) e che deve procedere al decommissioning, cioè allo smantellamento degli impianti, alla sistemazione dei materiali radioattivi presenti nel sito e al recupero dell’area.
«Lo stato di avanzamento dello smantellamento dell’impianto nucleare di Trino Vercellese al 2011 è stato valutato dalla Sogin pari al 14% e il 2024 è l’anno stimato quale data presumibile di rilascio del sito senza vincoli di natura radiologica – ha dichiarato Clini –

COSTI: I costi di mantenimento della centrale sono stimati, sempre dalla Sogin, in circa 4,5 milioni di euro l’anno».
Per l’attuazione del processo di smantellamento, ha fatto presente il ministro, «occorre sbloccare la situazione anche del combustibile nucleare, attualmente stoccato nella centrale di Trino (circa 15 tonnellate di biossido di uranio) e destinato ad essere trasferito in Francia per il riprocessamento. I trasporti, previsti in origine per l’anno 2011, stanno subendo ritardi nei tempi a causa della sospensione delle spedizioni decretata dal Prefetto di Vercelli nel giugno scorso, in seguito alle manifestazioni No-Tav».
Il ministro ha poi fornito i numeri sul volume dei rifiuti stoccati in centrale: a fine 2010 erano 1.150 metri cubi, mentre i volumi massimi da conferire al deposito nazionale (che ancora non c’è e di questo passo rimangono dubbi anche per il 2024) dopo le attività di smantellamento saranno di circa 4.200 metri cubi. Clini ha concluso dicendo che sarà probabilmente autorizzata entro l’estate dal ministero dello Sviluppo economico la disattivazione definitiva dell’impianto di Trino Vercellese.

Annunci

Informazioni su decommissioning-Garigliano

Primo ricercatore Enea
Questa voce è stata pubblicata in CENTRALE NUCLEARE TRINO e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...