Archivio | MATERIALE DIDATTICO RSS feed for this section

VISITA CR ENEA PORTICI SCUOLA MEDIA DE SANCTIS SESSA AURUNCA

7 Mag

Presentazione fatta il 4 Maggio 2013 nell’aula multimediale della scuola secondaria di I° grado F.De Sanctis di Sessa A. In preparazione della visita del 7 Maggio 2013  che gli alunni delle classi di terza dell’istituto menzionato hanno successivamente eseguito all’ Enea di Portici per visitare i laboratori e gli impianti del centro. La presentazione è divisa in 2 parti: la 1 parte riguarda le nozioni fondamentali di base e tecnologiche dell’energia fotovoltaica, mentre la 2 parte si riferisce alla presentazione  dei principali laboratori ed impianti presenti nel centro ricerche di Portici.

Parte-1 clicca sotto
Parte-1

Parte-2 clicca sottoParte-2

Segue la foto ricordo della giornata passata dai ragazzi della scuola Secondaria di I° F. De Sanctis al centro Enea di Portici

visita al Centro Enea di Portici

Ragazzi della terza Media della Scuola F. De Sanctis di Sessa Aurunca al Centro ENEA di Portici. Foto 1

Foto 2

Ragazzi della terza Media della Scuola F. De Sanctis di Sessa Aurunca al Centro ENEA di Portici. Foto 2

GLI INCIDENTI NUCLEARI E IL DECOMMISSIONING ITALIANO

22 Apr

Presentazione fatta il 22 Aprile 2013 a Napoli nella sede della CGIL della Regione Campania. In occasione della presentazione del libro dei colleghi dell’Enea Gaetano Borrelli e Bruna Felici. Esso mette in evidenza cosa è cambiato nella comunicazione e nella politica energetica italiana da quel giorno di 27 anni fa fino all’incidente di Fukushima.

Locandina

Locandina dell’evento

Il mio contribut0, invece, ha voluto mettere in evidenza un altro aspetto legato alle suddette  catastrofi nucleari. Quello della forte espansione che avrà il mercato del Decommissioning nei prossimi 20 – 30 anni. Cioè lo smantellamento e la rimozione degli impianti più complessi e pericolosi che l’uomo abbia mai costruito. Il fenomeno si evidenzia dal fatto  che dal 2000 il numero dei reattori spenti o messi fuori servizio ogni anno supera quelli che vengono attivati, ed esso è anche in aumento. Ciò è dovuto al fatto che questi incidenti  di vasta portata hanno incrinato fortemente la fiducia verso le centrali nucleari. In altre parole oggi si ha che 3 impianti nucleari su 4, in Europa, oramai vengono chiusi  non tanto per motivi di sicurezza o perchè sono a fine vita, ma perchè questi ultimi vengono visti antieconomici, minacciosi  e malsopportati dalle popolazioni limitrofe. Si prevede in futuro un giro di affari nella sola Europa dell’ordine di 110 MLD per il solo smantellamento e 160 MLD per la bonifica, Altri aspetti non meno importanti sono la ricaduta occupazionale legata alla domanda di figure professionali altamente specializzate (si stima 12000 in Italia nuovi occupati nell’indotto  e 44000 nella Ue) e quello della gigantesca bonifica ambientale che il programma di Decommissioning italiano vuole realizzare nel campo del nucleare. Ultima considerazione è la posizione di leader che  l’Italia  potrebbe avere in questo settore in Europa ed anche nel mondo, sia per il fatto che il programma  da noi è già partito e sia perchè è possibile  acquisire know how  direttamente sul campo con gli impianti e le Centrali Nucleari  che si stanno dismettendo. Vai alla  presentazione…..

RADIOPROTEZIONE DEI LAVORATORI E DELLA POPOLAZIONE

25 Mag

Si riporta una interessante presentazione (vai al documento….) del Dott. Carlo Cicardi dell’Università degli Studi di Milano,sugli aspetti principali della Radioprotezione per quanto riguarda la tutela dei lavoratori e della popolazione, tenendo presente gli aspetti tecnici, sanitari e normativi.

Radioprotezione

PROBLEMI NELL’USO DELL’ENERGIA NUCLEARE

4 Gen

Si riporta una presentazione in Power point tenuta a Sessa Aurunca il 31 Ottobre 2003  che affronta quasi tutte le problematiche connesse all’uso dell’energia nucleare. Si inizia con la descrizione delle carattetistiche legati alle radiazioni nucleari e successivamente viene inquadrato il problema della Gestione dei Rifiuti Radioattivi. Il documento alla fine, riportando alcune parti della mia tesi di laurea, termina  affrontando le  principali problematiche connesse con il Decommissioning di un Impianto Nucleare  … Vai al documento